Partecipare versus Presenziare

La proposta, riconfermata dall’attuale giunta con la firma dell’accordo di programma ci ricorda molto  l’idea di città ben sintetizzata da questa foto in bianco e nero.

Per non lasciare solo l’aspetto visivo ad evocare un tempo che fu, oggi ci presenteremo a Palazzo Marino con le nostre bottiglie del latte.  Ad inizio maggio, al posto del panino avevamo imbandito un Buffet Contadino per illustrare alla giunta quale ruolo  la campagna potrebbe tornare a giocare per una città come Milano come documentano alcuni estratti presi direttamente dagli atti del convegno Terra Ri-genera Città o da scritti dei relatori come quello in corsivo di uno di loro.
Bisogna imparare ad ascoltarci ed è questo il motivo che oggi ripeteremo davanti a Palazzo Marino gli stessi concetti anche per la Cascina Zerbone.  Noi amiamo partecipare perché la sola presenza è quella che ci ha fregato per molti anni.

Il rilancio della economia primaria di prossimità di qualità ambientale e locale per la sovranità alimentare e delle forme di scambio diretto e di alleanza tra produzione e consumo

Nel documento/base ed in queste proposte il tema centrale è la neoagricoltura perchè si fa riferimento ad un’attività basilare per l’uomo non a caso l’agricoltura è definita attività primaria- che acquisisce significati e obiettivi nuovi e attuali in relazione alle caratteristiche specifiche della società, dell’economia e dell’ambiente in cui ci troviamo e che interagisce con numerosi temi e attività: alimentazione, commercio, ambiente, salute, infrastrutture, territorio, cultura, coesione sociale e altro ancora. Inoltre una nuova politica per agro-ecosistemi territoriali può rappresentare un’opportunità per ridurre l’impronta ecologica degli abitanti della nostra provincia, aumentare la bio-capacità del territorio, far crescere tra i cittadini milanesi l’apprezzamento per la qualità, il gusto del cibo e il ruolo salutare dell’alimentazione.
La centralità di questa reinterpretazione dell’agricoltura si pone come risposta ad una situazione grave del mondo rurale,. La crisi generale dell’agricoltura e del sistema economico che si basa su di essa è evidente anche in Lombardia. Dai dati del Censimento agricoltura 2011 si registra una diminuzione dal 2000 al 2010 del 25% circa del numero di aziende agricole (soprattutto le piccole), del 5,6% della SAU e del 9,4 della SAT. In particolare, secondo la relazione dell’Osservatorio Economico, nel territorio del comune di Milano sarebbero ancora attive 39 aziende agricole prevalentemente dedite a monocolture (riso, mais, foraggio) e ad allevamento bovino da latte. La situazione è resa se possibile ancora più grave dalla prevista cessazione/revisione dei contributi comunitari sui quali la maggior parte di questi agricoltori/allevatori sopravvivono.
Si tratta di fare delle scelte di fondo che si basano sull’interpretazione di una situazione socioeconomica e ambientale che, negli anni, ha dato forma ad una vasta espressione sociale, che ha implicazioni su diversi ambiti e che richiede la messa in campo di scelte consapevoli di ampio respiro, che possono essere sostanziate da subito dalla messa a valore e dal sostegno delle numerose esperienze già in atto che, da tempo, si sono già dotate di diverse forme di coordinamento.
Ciò che serve – in questo momento e in prospettiva – è una decisa entrata in campo dell’istituzione, in discontinuità con la gestione precedente.
I principi della sovranità alimentare, declinati ora soprattutto nelle pratiche sociali delle filiere corte, dei mercati contadini, dello scambio equo e diretto, nel riconoscimento del valore della neo-agricoltura di qualità locale ed ambientale, esprime già elementi di una incipiente economia ecologica e dei beni comuni che valgono come traccia e avanguardia già in campo di una alternativa da sviluppare in tutte le economie e nei nuovi stili di vita nell’intera città / territorio.


A proposito la Cascina Zerbone è parte del Distretto Agricolo Milanese con cui il comune ha firmato il 3 maggio un Protocollo di Intesa  che ha come obiettivo un piano di ruralizzazione del Comune di Milano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...