A proposito del Disegno di Legge del Ministro Catania

A proposito del disegno di legge del Ministro Catania approvato il 14/9/2012 dal consiglio dei ministri vorremmo rendere partecipi di alcuni commenti comparsi sul forum di Salviamo il Paesaggio

«Riteniamo di fondamentale importanza l’approvazione del disegno di legge, fortemente voluto dal Ministro Catania, sulla valorizzazione delle aree agricole e sul contenimento del consumo del suolo avvenuta durante il Consiglio dei Ministri di oggi. Questo provvedimento non fa altro che mettere l’accento sulla gravità del fenomeno della cementificazione e sulla necessità di porre urgentemente freno all’erosione dei suoli e alla perdita di terreno agricolo. Concordiamo con il Presidente del Consiglio Monti, secondo cui avrebbe dovuto essere inserito nel primo provvedimento Salva Italia», ha commentato Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.

Solo lo scorso 24 luglio a Roma il Ministro Catania presentava il disegno di legge durante un convegno con Carlo Petrini, presidente di Slow Food, e il giornalista Sergio Rizzo.
«Il Ministro, portandolo subito all’approvazione, è stato coerente con quanto promesso a luglio. Si tratta di una battaglia strategica per noi, tra i punti centrali del nostro documento congressuale, e Slow Food aderisce alla campagna Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori. Siamo anche coscienti che gli interessi sono tanti e che è molto difficile sintetizzarli tutti in una legge. Si tratta comunque di un primo grande passo e noi siamo pronti a sostenere l’iniziativa. Speriamo adesso che l’iter della legge sia migliorativo e che l’apporto della Commissione Stato-Regioni e della Commissione Agricoltura vada in questo senso», conclude Burdese.

Alessandro Mortarino, coordinatore della campagna Salviamo il Paesaggio – Difendiamo i Territori, aggiunge: «Come già preannunciato allo stesso Ministro Catania, il Forum sta completando un documento di “osservazioni” alla bozza del DDL che nei prossimi giorni verrà sottoposto alla sua attenzione assicurando, nel contempo, la massima disponibilità di tutte le organizzazioni a rendere il testo della legge perfettamente coerente con gli obiettivi che si pone».

Ed ecco una risposta ad Alessandro
Ciò che mi ha reso sospettoso è la genesi del provvedimento :
Si trattava inizialmente di un decreto ministeriale su materie di competenza anche di altri ministeri non coinvolti.  Non posso pensare che si trattasse di semplice svista, considerato che il testo era stato inviato alla conferenza Stato regioni per il concerto. Ho immaginato che si trattasse quindi di una operazione di facciata e ho atteso le successive mosse del Governo. Come pensavo i Ministri non coinvolti in precedenza hanno fatto valere le loro competenze. Si sarebbe comunque potuto fare un decreto interministeriale ma hanno scelto di imboccare un’altra strada, quella del DDL.  L’iter di un DDL è lungo e pieno di rischi.
Deve essere messo nel programma dell’aula e in quello dei lavori delle commissioni. I programmi sono già fatti e potrà entrare nei prossimi fra 2 mesi. Nelle commissioni resterà per 15 o 30 giorni per il parere e almeno 60 giorni per l’esame. ( Emendamenti , relazioni ecc. )  Pensi che nessuno chiederà audizioni ? Altro tempo, altri intoppi. Poi il DDL si dovrà fermare perchè potendo comportare spesa non potrà essere esaminato durante la sessione di bilancio, che si svolge a fine anno. Poi dovrebbe andare in aula . Se tutto andasse bene e tutti davvero lo volessero in modo forte e determinato ciò avverrebbe, per la prima lettura non prima del nuovo anno, verso la fine di gennaio. Inizierebba poi l’iter nell’altro ramo del parlamento, con tempi analoghi. A gennaio però saremo già alla fine della legislatura e si cercheranno di approvare i provvedimenti più urgenti mentre tutto ciiò che potrebbe essere difficoltoso sarà accantonato. Queste sono le ragioni oggettive che mi confermano che si sia trattato di uno spot pubblicitario e poco più. Se poi consideriamo che tutti i provvedimenti che il governo ha emanato perchè vedessero la luce erano Decreti Legge, per lo più approvati ricorrendo alla fiducia, ci rendiamo conto di come non ci sia in Parlamento una maggioranza coesa per approvare leggi di forte impatto come potrebbe comunque essere questa. Infine i suggerimenti : il Governo il DDL lo ha già licenziato , essi potranno a questo punto essere presentati sotto forma di emendamento.
la mia proposta :
Comunque tutto il lavoro non è da buttare, anzi : è importante che ci sia un testo del Governo, sarebbe importante che il forum proponesse a Catania un confronto in un convegno o seminario pubblico, con diversi ma non troppi relatori, invitando anche gli altri ministro competenti, ambiente e BBCC, in modo da rendere più incisivo il nostro punto di vista e porre le basi per una futuro prosieguo anche nella prossima legislatura.
Penso che si debba chiedere ai futuri candidati a leader dei partiti se intendono sottoscriverlo e impegnarsi per l’approvazione di un provvedimento analogo.
Insomma ritengo che, nonostante la palese azione del governo per non fare quello che dichiara essere un suo preciso obiettivo, dobbiamo da una parte comportarci come se stessimo proprio per vedere approvata la legge mentre dall’altra dobbiamo prepararci per fare lobby nei confronti di chi sarà presente nel prossimo parlamento e governo.

Questa proposta ci sembra estremamente condivisibile e potrebbe essere il contesto nel quale inscrivere i prossimi passi del movimento milanese per trattare il tema che tanto ci sta a cuore Cascina Zerbone a Ponte Lambro.
D’altro canto se leggete i punti principali del provvedimento, noterete tanti tratti distintivi del processo nel quale stiamo conducendo la battaglia di Cascina Zerbone. Probabilmente non esiste una congruità tra le norme in divenire, quelle essere e le nostre esigenze ma esiste una sensibilità del sistema verso i temi ambientali, che si evince dal successo dei referendum fino ad arrivare al DDL in oggetto, che deve diventare lo sfondo entro il quale i cittadini possano inquadrare la lettura dei propri problemi e dire ai politici che la loro prossima elezione dipenderà anche da che posizione hanno nei confronti di questi temi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...