Il campo volo Bresso

Associazione Amici Parco Nord
LE RAGIONI DI UNA PROTESTA

Sono passati sei anni dacché ci è arrivato, dall’ospedale di Niguarda in ricostruzione, il servizio  elicotteristico del 118. Doveva essere una cosa provvisoria, qualche mese, il tempo di guardarsi attorno e trovare una diversa sistemazione. Invece…

La presenza degli elicotteri volteggianti a pochi metri dalla compatta fila di palazzoni allineati lungo il vialone antistante il campovolo di Bresso, ha creato forti disagi nella popolazione e, naturalmente, altrettanto forti proteste.
Finalmente, dopo diverse e altalenanti vicende, che solo il sindaco Zinni è in grado di raccontare in ogni passaggio, si è delineata una soluzione che anche l’Associazione Amici Parco Nord ha subito caldeggiato.

All’Elisoccorso si deve dare una sistemazione definitiva e adeguata in tempi rapidi.
Ma, come per tutte le altre strutture aeroportuali e come previsto da un protocollo d’intesa, invece di lasciare gli elicotteri a ridosso delle case, occorre spostarli dall’altra parte, nell’area ad est dell’aeroporto. Soluzione giusta, responsabile e da tutti, a parole, condivisa.

Però, sono passati anni tra complicazioni burocratiche di ogni sorta, promesse regolarmente disattese e accordi mai rispettati. L’ultimo accordo risale al luglio scorso e prevedeva che dal 1° settembre AREU (Agenzia Regionale per le emergenze e urgenze) iniziasse i lavori per trasferirsi nella sua sede nuova, grande e spaziosa. Invece Areu che fa? Di nascosto fa costruire un edificio accanto a quello già esistente, anch’esso abusivo. Questo manufatto di uffici e magazzini, poi prende in affitto per due anni. Cosa vuol dire ciò? Chiaro: che Areu non si vuole spostare da nessuna parte!!

E’ accettabile tutto questo? E’, direi piuttosto, una colossale presa in giro. Acché tanti impegni e intese, questo infinito lavoro per mettere d’accordo una pletora incredibile di Enti, se poi nottetempo questi accordi vengono regolarmente disfatti come la tela di Penelope?
Che fare? Cosa vogliamo?
Vogliamo, e lo ripetiamo per l’ennesima volta, che il servizio di elisoccorso sia garantito e che resti a Bresso, nel campovolo. Ma che sia collocato dove previsto, per rispetto anche delle migliaia di cittadini che finora hanno sopportato rumore, inquinamento e rischio.
Vogliamo che gli edifici abusivi, vecchi e nuovi, siano demoliti (la legge è un optional?). E, quindi, che Areu chieda tutti i permessi e rispetti tutte le regole che la legge prevede.

Chiediamo troppo?
Lo chiederemo comunque assieme: cittadini-associazioni-amministrazioni comunali e forze politiche in modo pacifico e tranquillo. Ma con forza e con una voce sola diremo: BASTA!

DOMENICA 28 OTTOBRE
ORE 10.30 INGRESSO CAMPOVOLO
BRESSO

E’ un nuovo pallino? Se si chi lo mette sulla mappa? Ops ma Bresso non è Milano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...