Scarico dell’acqua della centrale di teleriscaldamento di via Cavriana : Mail di Venerdi 9

Gentile Dottoressa Galimberti,

ringrazio per la veloce risposta e per i documenti allegati.
Ho anche saputo che ieri i sig. Toffolatti e Galbiati del Settore Agricoltura hanno effettuato un sopralluogo lungo le rogge e hanno fatto rimuovere da A2a gli sbarramenti che erano stati posti allo scarico delle acque dai campi agricoli del Comune di Milano, da me fotografati, mentre A2a ha ridotto la quantità di acqua che esce dalla Centrale Canavese.
Tuttavia mi risulta che dopo la rimozione delle barriere l’acqua della centrale si è parzialmente riversata sui campi, cosa prevedibile in quanto gli sbarramenti era stati collocati proprio per impedirlo.
Quello che si è verificato dimostra proprio la mia tesi, e cioè che non è possibile che la Roggia Borgognone e le rogge che vanno dalla Centrale Canavese fino ad essa siano utilizzate contemporaneamente dalle acque di scarico della centrale e dalle acque di colatura dei campi. Il periodo invernale in cui sono scaricate le acque coincide con il periodo di massima piovosità.
La condivisione delle rogge richiederebbe un sistema automatico comandato dalle precipitazioni per l’apertura e chiusura degli sbarramenti e di regolazione della quantità di acqua emunta da sei pozzi e dell’acqua riimmessa in falda da tre pozzi per abbassare il livello dell’acqua nelle rogge e consentire lo scolo delle acque di pioggia.
Non capisco perché A2a, che ha steso costose e lunghe tubazioni isolate termicamente sotto le strade delle zone 3 e 4 per raggiungere il Palazzo di Giustizia, non voglia costruire una tubazione interrata di circa 1 km dalla Centrale Canavese al Fiume Lambro nei terreni agricoli, come richiesto dagli agricoltori, sostenendo che i costi non sono giustificati da valutazioni provate da rilievo tecnico-scientifici.
A2a è giustamente orgogliosa nella dichiarazione ambientale del 2011 firmata dall’ing. Spadoni dei benefici portati dal teleriscaldamento al miglioramento della qualità dell’aria di Milano e dello scarso impatto ambientale della centrale di cogenerazione a gas, oltre che dalla assenza di reclami.
Tuttavia la mancata risoluzione del collegamento con il fiume Lambro per l’acqua superficiale porta ad un intollerabile danno ambientale alle coltivazioni di circa 20 ettari di terreno agricolo del Comune di Milano comprese nel perimetro del Parco Agricolo Sud Milano, producendo la creazione di paludi che secoli di bonifiche hanno eliminato ed impedendo lo sviluppo dell’agricoltura periurbana, così importante soprattutto nell’ottica di Expo 2015 e che l’attuale giunta comunale vuole rilanciare.
Non è sufficiente l’obbligo di A2a ad indennizzare gli agricoltori dei danni arrecati alle coltivazioni in atto, in quanto il rischio impedirebbe agli agricoltori di effettuare gli investimenti necessari.
La politica ambientale della centrale di cogenerazione di Canavese, come riportata a pag. 25 della citata dichiarazione ambientale, impegna A2a a progettare le modifiche impiantistiche valutando sistematicamente le conseguenze ambientali delle scelte progettuali.
Ribadisco quindi la richiesta della realizzazione di una conduttura dedicata dalla centrale Canavese al fiume Lambro, come richiesto anche dagli agricoltori che non hanno mai firmato l’accordo con A2a.
Questo mio messaggio costituisce un reclamo molto forte al funzionamento della Centrale Canavese che non può essere nascosto alla città di Milano, alle zone attraversate dal teleriscaldamento ed agli utenti del servizio
Cordialmente

Michele Sacerdoti
Presidente della Commissione Lavoro, Attività Produttive e Sicurezza
Consiglio di Zona 3
Comune di Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...