About

Estesa su una superficie di 43 ettari, con 90 capi da latte e 80 manze da riproduzione, una produzione giornaliera di 20 quintali di latte che riforniscono la Centrale del latte: ecco la cascina Zerbone di Angelo ed Egidio Arioli posta all’estrema periferia di Milano ben visibile quando si imbocca l’uscita Mecenate della tangenziale Est.
Una cascina ubicata a soli sette chilometri dal Duomo è un fatto abbastanza insolito per una città come Milano e non solo. Un pezzo di campagna racchiusa tra casermoni di cemento, le corsie della tangenziale e nei pressi del centro cardiologico Monzino. Una curiosità che ha spinto noi di Quattro a recarci sul posto per conoscere più da vicino questa realtà.
Eccoci allora a fare quattro chiacchiere con il signor Arioli, nato e cresciuto qui, e che ha in affitto questa struttura, proprietà del Consorzio canale navigabile. Siamo già alla seconda generazione di affittuari: il padre del signor Angelo portava al pascolo nei prati attorno la cascina le sue mucche già nel lontano 1933. Settant’anni quindi che la cascina della zona di Ponte Lambro vive ed opera.
Nella struttura si trovano quasi duecento mucche suddivise tra quelle da latte e quelle da riproduzione: tutte di razza frisona italiana che è andata a sostituire nel tempo la originaria bruno alpina. Qui tutto è monitorato: dai controlli sanitari all’alimentazione bilanciata in base a specifiche tabelle, dal mangime al controllo del latte fino al momento della riproduzione della quale si occupa un veterinario. Perché in cascina non ci sono tori. La fecondazione delle mucche avviene attraverso l’inseminazione artificiale. Dentro un contenitore pieno di azoto liquido sono conservate, infatti, le provette con il seme dei tori: ottimo quello di origine americana ma anche quello proveniente da consorzi italiani dove ormai si sono raggiunti livelli di efficienza non indifferenti. Il toro è scelto su un catalogo secondo la qualità della mucca. A mucca buona, quella cioè in grado di produrre anche 35 litri di latte al giorno, buon toro. Tutto questo per avere poi capi che assicurino un’alta qualità, ma anche quantità, nella produzione di latte 
A questo proposito le vacche da latte garantiscono ogni giorno una “fornitura” di venti quintali di latte, con una media di 20/25 litri per capo, che sono poi prelevati dai mezzi della Centrale del latte per essere lavorati e finire magari nel caffelatte che beviamo al mattino.

Così recitava un vecchissimo articolo di Quattro , giornale di zona Forlanini. Nel 2008 cambia tutto ed eccomi qua. Sono Giampiero Arioli fortemente intenzionato a non lasciar morire questa attività centenaria.

Per chiunque volesse saperne di più

Società Agricola Arioli Cugini
Via Vittorini, 2
20138 milano
Info 3470302854 – 3336385590

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...